banner rapid cup 2017 2

 

brigi-5

I Campioni d'Italia 2015: Brigitta, Elia, Nicolò, Nicola, Matteo, Dario. 

Diario di un’impresa: uno dei piacevoli ricordi scacchistici recenti è quello del titolo nazionale tricolore ottenuto l’anno scorso ai Campionati Studenteschi 2015. Ad accompagnare la squadra il Capitano istruttrice, per passione, Brigitta Banki Horvath, le maestre e Dario Pedini come supporto tecnico-coach.

Brigitta è indubbiamente la vera artefice di questa squadra, creata con amore e passione in questi anni, nonchè autrice dell’impresa. Come da lei confermato è stata una bellissima esperienza nella città umbra coi suoi adorati ragazzi, preparata al meglio nonostante un momento della sua vita difficile dove viene da decenni di frequenti sofferenze costellate da episodi persecutori spiacevoli che dice che ha in questi anni patito e aver denunciato alle varie autorità: episodi separati come ruote dell’auto bucate, auto sfregiate e rigate in più occasioni, furti in auto con scasso, vetro del cruscotto frontale sfasciato, specchietti laterali spezzati, motore e antenna dell’auto rotta, sconosciuti che l'hanno importunata e spaventata di fronte casa. Oltre ad una lunga serie di violazioni illegali di telefono, strumenti elettronici e controlli della persona che peraltro riguardano, grave, anche soggetti terzi. Ed una serie di violazioni psicologiche ed economiche anch'esse fatte presente. Solo la vicinanza di alcune amiche, parenti e genitori, Dario, e dei miei giovani allievi le ha consentito in questi anni di affrontare tutto e potersi concentrare sul buon esito del torneo. A queste persone da parte sua un enorme grazie. Tuttavia ancora oggi, dopo un lungo assurdo tempo di attesa ed una vita di sacrifici e patimenti attende di essere ascoltata e risolvere tutte queste situazioni precedenti.

Il Circolo Scacchi Fano 1988 apprezza una delle persone più brave, competenti, generose con tutti e amate dai bambini, nonchè capaci di svolgere in maniera ottima l’attività didattica. Una scacchista che è la persona che ha di più contribuito allo sviluppo negli ultimi 20 anni allo Sport scacchi nel territorio, aiutando tutti gli scacchisti. Siamo lieti quindi di condividere il diario redatto da Dario in quell’occasione e dedicato a Brigitta e ai bambini della squadra del Gaudiano in un momento memorabile.

brigi-12

campagna solare

Diario - Assisi Maggio 2015

I pioppi innevano dolcemente coi loro fiori le menti infiammate dei giovani condottieri giunti da tutta Italia per gareggiare, ridando loro quella bianca leggerezza propria di quella età. Cerimonia d'apertura, rulli di tamburi e lanci di bandiere rapite dal vento. Le squadre della provincia di Pesaro presentavano vari team tra Pesaro, Fano, Cagli e Pergola nelle varie categorie. Ognuna lì non per caso, ma grazie ad anni di impegno nei vari Istituti. Tra queste va ovviamente menzionata la squadra delle elementari dell' I.C. Gaudiano di Pesaro che già l'anno scorso a Terrasini (Palermo) sfiorò il podio pur meritandolo, a mio avviso, per via di un "incidente" di percorso. Un team fortissimo (vincitore dei Provinciali e Regionali a punteggio pieno) ed appassionatissimo grazie esclusivamente a Brigitta Banki Horvath a cui va riconosciuto tutto il merito. Ad aiutarla anche il giovane istruttore Riccardo e il coach Dario. Banki, Istruttrice per pura passione da molti anni e di ampia competenza formativa (miglior istruttore FSI 2013 e Stella di Bronzo al Merito Sportivo2013), sia come scacchista che come educatrice, capace di trasmettere in maniera encomiabile ai ragazzi i giusti valori sportivi e di seguirli nella loro crescita comprendendone tutte le difficoltà dei vari singoli, pensieri ed emozioni. Il sottoscritto non può tanto come lei, questo è certo, ma seguendo talvolta gli stessi ragazzi in allenamenti e stage, aveva deciso non solo di seguire i fanesi ma di dover aiutare il team di Pesaro nel completare il loro percorso ed agguantare il meritatissimo titolo Nazionale, recuperando così con gli interessi l'occasione dell'anno precedente come giusto che fosse. 

Ne sono estremamente lieto, ne è valsa la pena. 

Si correva infatti solo per il titolo nazionalenon volevamo altro, non volevo altro. Questo ho trasmesso in mille modi ai ragazzi, curando tutti i particolari.

La palla non rimbalza mai da un'altezza superiore dalla quale è caduta, ma se c'è la volontà di farla risalire può raggiungere altezze inimmaginabili! Io e Brigitta insieme ci siamo riusciti.

Loro erano pronti: sono stati bravi a seguirci nei 4 giorni con fiducia. Allenamenti alla mattina, a pranzo e dopo cena ogni giorno, ogni secondo in cui non si giocava. Mantenendo elevatissima la concentrazione e la motivazione, preparandoli ad ogni evenienza sportiva ed extra. Il loro sguardo era sempre attento. I genitori, nelle sala attigue, attendevano speranzosi durante la preparazione e trepidanti e sofferenti durante le gare, pronti a gioire o a crollare di fronte alle notizie che arrivavano. Fortunatamente abbiamo preservato la loro salute e regalato momenti d'oro! 

Il torneo è stato gestito ottimamente come previsto: 4 vittorie, 2 pareggi che valevano una vittoria, tanto preziosi quanto sofferti contro Roma e Napoli. E la vittoria nell'incontro principe con Oristano ribaltando in una sfida epica prima il risultato poi la classifica. Una sfida giocatasi al penultimo turno il quale coincideva con l'ultimo della giornata di giovedì, la più pesante, che ne prevedeva 3 ed essa era la terza, tesissima, con l'obbligo di vincere per sorpassarli. 90 minuti estenuanti per tutti, anche per me, anche per i piccoli sconfitti piegati dal dolore, con lacrime che ne testimoniano anche il loro impegno e passione. Ma a loro e ai loro genitori ho detto che hanno grandissimi mezzi, merito del talento e del loro allenatore, mi hanno stupito per l'ottima comprensione del mediogioco e per la forza e l'originalità combinativa di alcuni. 

brigi-2

 

 

brigi-3

Matteo: la nostra solida Torre in quarta scacchiera. Migliorato molto negli ultimi mesi, era per noi l'implacabile trazione posteriore della squadra e di cui si aveva necessità, sfiorando peraltro il premio di miglior scacchiera. Un premio individuale che passa in secondo piano di fronte all'importanza del successo di squadra. Ma la sconfitta all'ultimo turno dopo 5 vittorie consecutive individuali lo aveva incredibilmente rabbuiato proprio nel momento dell'enormità dello storico scudetto vinto. Immaginate quanto anche lui era ormai diventato determinato ed ambizioso! Implacabile. Una macchina da guerra, una torre che rimbalzava ogni avversario. Come nella spettacolare partita vinta contro il giovanissimo fenomeno di Oristano contro cui Matteo ha dimostrato una sicurezza epica in mezzo al mare in tempesta massima.

Nicola, il guizzante Alfiere rapido negli attacchi ficcanti. Tagliente come una lama. Col suo sguardo invero sempre sereno, in terza scacchiera ha letteralmente salvato il team con due vittorie individuali fondamentali nei due pareggi di squadra contro Roma e Napoli. Incontri pareggiati che potevano essere due sconfitte, per questo le considero decisive. Il primo pareggio di squadra ci ha mantenuto in corsa, il secondo all'ultima gara ci ha dato lo scudetto per solo mezzo punto di spareggio tecnico come calcolato!

Il pareggio con Roma: dopo 3 vittorie di fila col pareggio i ragazzi erano invece tristi poichè si era secondi. Ma non è così che dovevano vedere la realtà. La realtà era che ci si era salvati da una sconfitta potenziale che ci avrebbe tagliati fuori dalla vittoria finale e, ancora più importante, questi risultati ci consentivano di rimanere in corsa, ovvero di avere un'opportunità. Ho fatto presente che tanti atleti, anche fortissimi, non solo in carriera non hanno mai vinto titoli importanti ma non sono nemmeno mai giunti ad avere un'opportunità per riuscirci. Invece il giovane team l'aveva questa opportunità: Pesaro-Oristano al quinto turno, da vincere per ribaltare la classifica. Come poi il destino ci ha consentito di fare.

brigi-4

Elia il Re indomito che affrontava i capitani. Fondamentale il punto decisivo nel quinto turno contro la prima scacchiera di Oristano, il team sardo principale rivale per la vittoria finale. Elia con una partita di valore dove ha dimostrato la sua bravura contro un validissimo avversario. Ero molto fiducioso, praticamente certo, di quel risultato prima della gara nonostante le sue due sconfitte del giorno stesso (comunque ben giocate) che avrebbero potuto far pesantemente traballare lui e di conseguenza la squadra nel momento decisivo. Gli avevo detto che doveva necessariamente riprendersi e raccogliere le forze, peraltro già spese a dismisura quel giorno, perchè avevamo assolutamente bisogno di lui per sperare nell'impresa senza poter sempre fare affidamente sugli altri, prima o poi non sarebbe bastato. Ci è riuscito con grande determinazione nel momento più importante. Ed i suoi occhi a fine gara, quando ci ha visto uscendo dalla trance agonistica della gara da cui era stato rapito, si illuminarono. La concentrazione si sciolse in un enorme sorriso specchio della pari gioia, consapevole dell'impresa, e ci è saltato addosso per festeggiare abbracciandoci.

brigi-6

Nicolò, il biondo sempre nascosto sotto il cappello in seconda scacchiera

assisi-1

I variegati colori delle squadre: tigergirl

assisi-2

Uno dei principali avversari, la squadre sarda dello scontro decisivo ribaltato 3-1

Nicolò, il Cavallo rampante che sprinta ad Ascot verso il traguardo da vincitore. Due vittorie negli ultimi due turni e l'ultimo giocatore a terminare l'ultima gara che dava la matematica vittoria. Il killer nascosto sotto il cappellino ed ancor più sotto lo sguardo dolce e innocente. Fischia il fischio finale che ci ha consegnato il titolo. Al 5° turno contro Oristano ha dimostrato una tenacia infinita, ribaltando contro ogni pronostico una partita ormai data da tutti per spacciata. Quando ormai la celebre opportunità sembrava sgretolarsi e sfuggirci veramente da entrambe le mani lui si è gettato nel vuoto e ci ha salvato. Proprio un attimo prima che venissero spente le luci, proprio quando ormai anche i fans fuori dalla sala di gioco, i genitori, attendevano la comunicazione delle brutte notizie. L'avversario infatti, in enorme vantaggio e già gongolante, era incredibilmente caduto in una pericolosa trappola che avevamo discusso proprio la mattina stessa con Nicola! Ma va detto che se ciò è avvenuto è solo perchè Nicolò ha resistito stoicamente fino alla fine. Quindi merito suo e della sua convinzione. Al 6° ed ultimo turno Nicolò, autore di un ottimo torneo, siglava la vittoria del 2-2 con Napoli e che ci consegnava la certezza matematica del titolo!

brigi-8

La squadra col trofeo del titolo nazionale

assisi-3

Un'altra squadra sarda di valore

Brigitta: la Regina forte, coraggiosa e passionale. Basta aggiungere che dopo aver dato tutto in questi 3 anni a questi ragazzi nel momento in cui Nicolò stava per concludere la gara decisiva dandoci il punto dello scudetto lei camminava vicino tra i tavoli a passo lento, col viso arrossato, col corpo fortemente scosso dai brividi delle emozioni e con gli occhi lucidi ed una lacrima che scendeva sulle rotonde guance prima di gettarsi in un abbraccio liberatorio.

 

brigi-9

Dario Pedini, consegna al Presidente del Coni Malagò il Trofeo

dei Campionati Italiani Rapid presso Porto Turistico di Fano

 

Dario: il Pedone, il mio pezzo preferito. Coraggioso e in prima linea. Così solido, generoso e determinante. Apparentemente col minor valore, ma da esso dipende tutta la struttura che determina la battaglia negli scacchi, capace da solo di modificare tutto l'assetto di una gara in ogni momento e di vincerla.

Il Gaudiano guadagnava così un titolo Nazionale Studentesco, un'impresa, un'impresa mai riuscita prima a nessuna scuola della provincia neanche con forti giocatori!

 

La mia felicità è quella di aver dato ai giovani del Gaudiano quella spinta, scacchistica, agonistica e mentale per ottenere una vittoria che vale infinito. Vale infinito poichè è un titolo nazionale, un alloro ed una emozione che non scade dopo 1 anno ma che rimarrà a loro e alla loro capitano per tutta la vita. Da atleta ne sono consapevole, da istruttore dare le stesse gioie che ho avuto la fortuna di avere anche io rappresenta una felicità ancora maggiore nell'averla regalata anche ad altri! Angela, i 4 ragazzi Elia, Nicolò, Nicola e Matteo e soprattutto la loro istruttrice e capitano Brigitta, artefice massimo dell'impresa, la meritano tutta per l'impegno e le capacità dimostrate in questi anni!

 

E da questa considerazioni posso ora più facilmente esprimere, e far capire, cosa siano veramente i campionati Nazionali Studenteschi: un momento in cui i vari team indossano i loro colori variegati di appartenenza, dando anche il giusto sfogo alla fantasia. Un momento in cui 1.000 persone possono gioire grazie a quegli Istruttori delle 21 Regioni Italiane, tutti nessuno escluso, che da tanti anni svolgono un'attività meritoria cento volte più di quanto posso aver fatto io come insegnante. E loro, già molte volte, avranno dato vita alla stessa fortuna che ho raccontato, ovvero quella di dare emozioni eterne donate agli altri.

 

brigi-10

Un felice fase di allenamento con la squadra.

brigi-1

Meravigliosa Brigitta

brigi-14

cookie

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa su i cookie e sulla privacy

Informativa sull’uso dei cookies e privacy del sito ItalyChess.com
(Direttiva dell’UE sulla Privacy 2009/136/CE)

Questo sito utilizza cookies prevalentemente al solo scopo statistico e funzionale.

Cookie analitici
I cookie analitici vengono utilizzati per ottenere informazioni sugli accessi del sito Web, pagine visitate e loro numero, ultima pagina vista prima di uscire dal sito, tempo di permanenza nel sito, luogo geografico da dove proviene la visita e queste informazioni potrebbero essere associate all’indirizzo ip dell’utente, al brower utilizzato.

Cookie di funzionalità
I cookie di funzionalità permettono di memorizzare le preferenze grafiche dell’utente durante le visite che ha effettuato precedentemente quali ad esempio il layout del sito, la dimensione dei caratteri e via dicendo.

INFORMATIVE SULLA PRIVACY
Informazioni in materia di protezione dei dati personali (art. 13 D.Lgs. 196/2003) Prima di procedere è necessario leggere attentamente l’informativa sulla privacy prevista dall’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 riguardo al trattamento dei tuoi dati personali da parte di questo sito web. Il titolare del sito, ItalyChess, si impegna, su richiesta dell’interessato, a rimuovere il nominativo dai propri archivi in qualunque momento. Questa informativa è fornita, ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), agli Utenti che interagiscono con i servizi web di questo sito, accessibili per via telematica.

TIPI DI DATI TRATTATI
Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito e/o degli utenti dei servizi. Dati forniti volontariamente dall’utente L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.

1. FINALITA’ DEL TRATTAMENTO DEI DATI
ItalyChess effettua trattamenti di dati personali NON sensibili nei limiti di quanto ciò sia strettamente necessario allo svolgimento delle funzioni richieste, come il semplice uso di questo sito, ovvero la navigazione. Qualora sia presente un form contatti, le mail raccolte non saranno cedute a terzi e saranno utilizzate soltanto per la funzione indicata sul sito.
2. MODALITA’ DEL TRATTAMENTO
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono raccolti.
3.FACOLTA’ DEL CONFERIMENTO DEI DATI
L’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta dei vari servizi offerti nel portale; il mancato conferimento dei dati richiesti obbligatoriamente, comporterà l’impossibilità di ottenere il servizio.
4.COMUNICAZIONE E/O DIFFUSIONE DEI DATI
I dati personali degli utenti che chiedono l’invio di materiale informativo (mailing-list, risposte a quesiti, avvisi e newsletter, ecc.) sono utilizzati unicamente al fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta, e non verranno ceduti a terzi.
5. IL “TITOLARE” DEL TRATTAMENTO
Il “titolare” del trattamento dei dati, relativi a persone identificate o identificabili che hanno consultato questo sito, è ItalyChess.
6. DIRITTI DEGLI INTERESSATI
Gli “interessati”, ovvero le persone fisiche, le persone giuridiche, gli enti o le associazioni, cui si riferiscono i dati, hanno il diritto, in qualunque momento, di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs.. 30/06/2003, n. 196. Ai sensi del medesimo articolo gli interessati hanno altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati che li riguardano, trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Questo sito web utilizza il contatore visite Shiny Stat, il contatore Stat Counter e Google Analytics. Tutti e tre rilevano l’indirizzo Ip dell’utente, il proprio provider, il sistema operativo e il browser utilizzato, ma non la propria identità personale. Quest’ultimo, Google Analytics, fornito da Google, Inc. (“Google”) utilizza dei “cookies”, che sono file di testo che vengono depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web da parte Vostra (compreso il Vostro indirizzo IP) verranno trasmesse al titolare del sito, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma ciò potrebbe impedirvi di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di ItalyChess. e Google per le modalità e i fini sopraindicati.